please ask the permission before using vita picta's pictures . riproduzione riservata

venerdì 22 aprile 2016

Marche . Tu e il Paesaggio


RecanatiVillaKoch@VitaPicta2016

"Tu entri nel Paesaggio ed il Paesaggio entra in Te" questo, in una frase, è stato l'esperienza Marche. Un orizzonte lieve, dalle linee morbide che ti accompagna sempre.Terre a perdita d'occhio coltivate con cura, interrotte da gruppi di ulivi che sembrano degradare verso un mare che non c'è. Sfumature di verde e riquadri che segnano e circoscrivono, piccoli mondi rurali limitrofi eppure indipendenti. Le campagne marchigiane appaiono così diverse da quelle toscane, niente a che vedere con il lungarno roccioso posto alle spalle della Gioconda. Ho osservato a Jesi alcuni sfondi del Lotto ed in contemporanea ho ammirato gli scorci dalle finestre aperte della pinacoteca rendendomi, per la prima volta, conto di questa differenza. Vi è una certa solennità, un rigore di linee e forme nei palazzi marchigiani fatti di mattoni chiari, siano essi di pregio o semplici complessi rurali costruiti secondo la maniera antica. Anche le campagne che circondano gli antichi borghi arroccati sui colli, come Montelupone o Loreto, la Recanati leopardiana o la stessa Macerata, sembrano vivere di questa aurea di gravità. Guidando tra queste colline è come entrare in un quadro campestre di Bruegel. La sensazione è quella di attraversare in velocità un film slow motion, dove la sosta per ammirare in perfetta solitudine e silenzio un convento benedettino, grazie alle chiavi custodite da un' accogliente barista di paese, fa parte integrante della pellicola. MP 


AffrescoConventoMontelupone@VitaPicta2016
Recanati@VitaPicta2016


Recanati@VitaPicta2016